Domande frequenti - F.A.Q.

In questa sezione abbiamo provato a raccogliere e sintetizzare le domande più frequenti che ci vengono comunemente poste dai fruitori della Ciclovia dell’Oglio. 

Percorribilità e accessibilità del percorso

La Ciclovia dell'Oglio in bicicletta

Condizioni climatiche lungo il percorso

Trasporto bagagli organizzato

Trasporti pubblici

Come raggiungere Monte Isola

Accoglienza e servizi

Percorribilità e accessibilità del percorso

La ciclovia dell’Oglio si sviluppa per circa 280 km, attraversa 58 Comuni e 4 Province. Oltre il 90 % della ciclovia è esistente. La parte mancante è in via di realizzazione. Circa il 65% del percorso ciclabile si sviluppa su strade a basso traffico. Le operazioni di miglioramenti in corso d’opera consentiranno di ridurre ulteriormente la percorrenza lungo tratti trafficati da mezzi a motore. In questi ultimi è necessaria un’elevata attenzione.

Quale segnaletica si deve seguire? 

L'itinerario è contrassegnato da segnaletica verticale ed orizziontale con il logo della Ciclovia dell'Oglio. 




La Ciclovia dell'Oglio in bicicletta 

Com’è il fondo stradale della Ciclovia dell’Oglio? 

Il fondo è complessivamente in buono stato e lungo l’intero tragitto è così strutturato:

  • Pavimentato (Asfalto): 80%
  • Drenante (ghiaia fine o similari): 18%
  • Naturale (fondo incoerente) 2%

Suddividendolo nei singoli percorsi:

  • Valle Camonica: 95% asfalto – 5% sterrato
  • Lago d’Iseo: 95% asfalto – 5% sterrato
  • Oglio Nord e Franciacorta: 60% asfalto – 30% sterrato 
  • Oglio Sud:  50% asfalto – 50% sterrato

Che tipo di bicicletta è meglio utilizzare?

Per tutto l’itinerario è consigliato l’utilizzo di mountain bike (anche ibrida). Considerando che per lunghi tratti il fondo è sterrato, è più agevole l’utilizzo di un mezzo ammortizzato.

Si può percorrere la Ciclovia dell’Oglio con ragazzi e bambini?

Il percorso è complesso: in alcuni brevi tratti le pendenze sono rilevanti, in altri si intersecano strade trafficate, in altri il traffico è promiscuo, anche se in generale l’itinerario si svolge su ciclabile in sede protetta o strade minori.
E’ pertanto fondamentale valutare accuratamente tali tratti per limitare al minimo i rischi per i ragazzi/bambini. Da non sottovalutare, inoltre, è la componente legata all’allenamento fisico. Grazie alle mappe e tracciati gps è possibile avere uno spaccato dei dislivelli, del kilometraggio e delle pendenze. 

Qual è la pendenza media? 

Le pendenze sono riscontrabili soprattutto nel tratto più a nord, in Valle Camonica, perché si pedalata in pieno contesto alpino. La restante parte dell’itinerario ha pendenze irrilevanti che la rendono particolarmente adatta al cicloturismo.
E’ comunque consigliabile studiare bene il percorso per scegliere i tratti più consoni, anche in rapporto al proprio livello di allenamento: di seguito in dettaglio le varie pendenze.

  • > 5% di pendenza - caretterizza l'11% del percorso 
  • 0% di pendenza - caratterizza circa il 57 % del percorso 
  • da 2% a 5% di pendenza - caratterizza circa il 7% del percorso 
  • < 2% di pendenza - caratterizza circa il 25% del percorso

È possibile percorrere la Ciclovia dell’Oglio a cavallo?

Lungo la Ciclovia dell’Oglio, in linea generale, vige il divieto di accesso a cavallo o con carrozze e similari se non per tratti eventualmente autorizzati e debitamente tabellati dal Comune competente e in tali casi unicamente con cavallo condotto da cavaliere a piedi. 

È possibile percorrere Ciclovia dell’Oglio con i cani?

I cani possono percorrere la ciclovia purché siano al guinzaglio e non intralcino il percorso agli altri utenti. 
Per quanto riguarda la loro accettazione presso le strutture ricettive, è chiaramente vincolata al regolamento di ciascuna struttura. Vi consigliamo di contattare preventivamente le varie strutture per informarsi circa i vincoli di accessibilità. 

Quale segnaletica lungo il percorso devo seguire?

Il percorso è interamente segnalato con un cartellonistica verticale e orizzontale indicante i due versi della ciclovia Tonale (direzione Nord) – Po (direzione Sud). La segnaletica, oltre al senso di marcia, è caratterizzata dalla presenza del logo.

Condizioni climatiche lungo il percorso

Il percorso è molto ampio dal punto di vista latitudinale ed altimetrico, infatti si parte dai 1.883 mt del Passo Tonale ai 21 della foce dell’Oglio, passando anche lungo la costa del Lago d’Iseo. Questo notevole dislivello determina un’ampia varietà climatica. E’ pertanto consigliato verificare prima il bollettino meteorologico:

https://www.arpalombardia.it/siti/arpalombardia/meteo/previsionimeteo/meteolombardia/Pagine/default.aspx

Il settore più a nord (Alta Valle Camonica) è sconsigliato nel periodo invernale considerata la rigidità del clima e l’elevata probabilità di copertura nevosa della sede ciclabile.  

In estate, invece, la situazione si inverte e la frescura alpina può essere un’ottima soluzione all’afa.

Esiste un servizio di trasporto bagagli organizzato? 

Ad eccezione di eventi e/o pacchetti organizzati, questo servizio non è disponibile.
Si segnala che ogni anno, a cavallo dei mesi di Maggio e Giugno, si organizza il Bike Tour dell’Oglio, la pedalata su più giorni organizzata e non competitiva lungo la ciclovia dell’’Oglio. Si consiglia di verificare la sezione news per scoprire i dettagli delle nuove edizioni.

Lungo l’itinerario è possibile utilizzare mezzi di trasporto pubblici?

Il sistema dei trasporti pubblici su un territorio così vasto è abbastanza frammentato e vede come spartiacque la città di Brescia.

Per il settore più a sud (San Matteo delle Chiaviche, Ponte delle Barche) le linee ferroviarie migliori sono la "Parma - Brescia" (stazione Piadena).

Il sistema dei trasporti pubblici su un territorio così vasto è abbastanza frammentato e vede come spartiacque la città di Brescia. 

Per il settore più a sud (Parco Oglio Sud, San Matteo delle Chiaviche, Ponte delle Barche) le linee ferroviarie migliori sono la "Parma - Brescia" (stazione Piadena) https://www.trenord.it/media/2407800/q196_brescia-piadena-parma.pdf oppure la ferrovia "Milano – Codogno – Cremona - Mantova" (stazione Marcaria) https://www.trenord.it/media/2407740/q155_milano-codogno-cremona-mantova.pdf
Per raggiungere il Ponte di Barche di San Matteo delle Chiaviche, entrambe le stazioni richiedono un discreto tragitto di avvicinamento. 

Da Brescia, invece, per raggiungere l'area della Franciacorta - Lago d'Iseo e Valle Camonica, è necessario utilizzare la linea "Brescia - Iseo - Edolo": https://www.trenord.it/media/2407788/q187_edolo-iseo-brescia.pdf

Per dettagli circa orari delle suddette linee: https://www.trenord.it/it/orari/consulta-orario-ferroviario.aspx

Come posso raggiungere Monte Isola? 

Monte Isola, perla incastonata nel cuore del Lago d’Iseo, è uno dei borghi più belli d’Italia e merita sicuramente una visita. In sella è probabilmente il modo migliore per visitarla poiché è interamente ciclo pedonalizzata.

Per il trasporto delle biciclette dalla terraferma all’isola, orari e dettagli di vario genere, il riferimento è il sito di Navigazione Lago d’Iseo: http://www.navigazionelagoiseo.it/

Compatibilmente con la disponibilità di posti a bordo, il trasporto di biciclette è sempre consentito.

Sono disponibili appositi titoli di viaggio per le biciclette, validi per tutte le tratte, e tessere giornaliere per il trasporto di passeggero con bicicletta.

Accoglienza e servizi

Dove si può trovare l'elenco delle strutture di accoglienza?

Le strutture sono elencate e aggiornate sulla sezione dedicata alle strutture d'accoglienza del sito

Dove trovo l’elenco dei negozi in cui è possibile riparare la bicicletta? 

I soggetti che effettuano riparazioni alle biciclette sono elencati: sezione dedicata.