Beni culturali

Castello Lantieri

Il Castello Lantieri di Paratico venne edificato nel 1007 su un piccolo rilievo roccioso dalla nobile famiglia Lantieri. Esso proteggeva il centro abitato. Più volte modificato e ristrutturato, fu assalito da Carlo V nel 1521. Oggi di proprietà privata, non è accessibile al pubblico.

Leggi tutto

Castello Martinengo

Antica residenza fortificata della famiglia Martinengo. Nonostante l’attuale stato di mal conservazione è di forte impatto visivo (visitabile esterno).
E' situato a Barco, frazione di Orzinuovi

Leggi tutto

Castello a Scandolara Ripa d’Oglio

Piccolo ma ben conservato, di proprietà privata ma di ottima visione esterna

Leggi tutto

Castello dei Conti Calepio

Situato su un promontorio a picco sull'Oglio. Di origini carolingie, venne riadattato a residenza nobiliare nel 1430 da Trussardo de Calepio, grande condottiero alleato della Serenissima. Il maniero, inserito nel borgo medievale della contrada di Calepio è tuttora perfettamente conservato e presenta merlature, torri tozze e quadrate e un bell'ingresso fortificato.

Leggi tutto

Castello di Breno

Il Castello di Breno sorge arroccato su un colle che sovrasta il paese: l’edificio fu edificato al tempo di Federico I Barbarossa (1100 - 1200), poi trasformato in roccaforte militare all’epoca della Repubblica di Venezia (1400-1500) e infine, dopo l’abbandono nel 1598, riutilizzato come cava di pietre.

Leggi tutto

Castello di Gorzone

Giunti a Darfo Boario Terme può essere interessante effettuare una deviazione verso la frazione di Gorzone dove, su prenotazione, è possibile visitare il castello Federici.

Leggi tutto

Castello di Padernello

Il nucleo abitato si appoggia al maniero di casata Martinengo. Ben conservato e vivace a livello culturale, sede di una importante Fondazione. Edificato in mattoni a vista nel 1485 da Bernardino Martinengo, si erge ancora oggi nelle sue belle forme circondato dal fossato. Caditoie, torri e mastio la caratterizzano. Non fu mai rocca difensiva, ma venne adibita residenza signorile. Rimaneggiata e ingentilita nel settecento a opera del Marchetti, nei pressi vi è una interessante cascina gotica e il borgo.

Orari visite al castello dal martedì al venerdì: 9.00-12.00 / 14.30-17.30 - domenica: 14.30-18.30 il sabato pomeriggio aperto in occasione di manifestazioni. Tutte le domeniche pomeriggio visite guidate. 

Leggi tutto

Castello di Pontevico

Pontis – Vicus, villaggio costruito su un ponte.
E’ un edificio glorioso, oggi ospita l’Istituto Cremonesini Onlus – centro R.S.A. e R.S.D. La struttura del castello risale all’anno mille. Venne adibito a fonderia dopo la mancata funzione difensiva e fu vittima di demolizioni nell’Ottocento con la volontà di trasformarlo in dimora signorile dall’allora proprietario il principe tedesco Kewmuller. L’aspetto attuale risale ai primi del Novecento quando venne acquistato da Mons. Cremonesini e adattato alle esigenze di residenza assistenziale. Mantiene le fattezze di residenza signorile: un magnifico giardino interno, porticati con loggette e una chiesetta centrale. Le origini fortificate si leggono nelle alte murature perimetrali, nelle torri e nella concezione globale dell’intero edificio.

Leggi tutto

Castello di Pumenengo

Sorge nella seconda metà del XIV secolo per volontà di Regina della Scala, feudataria di questi territori. Il mastio in pietra e cotto si specchia nel Naviglio Pallavicino, braccio artificiale del fiume Oglio a scopo agricolo, e domina la vallata che conduce al fiume poco distante. Oggi sede municipale.

Leggi tutto

Castello di San Giorgio e Pinacoteca Civica

Della grandiosa rocca veneziana rimangono resti ben riconoscibili. Inserita in una poderosa fortificazione a stella, nelle intenzioni del Sammicheli (1520), doveva essere inespugnabile, grazie ai cinque angoli, ai sette baluardi e alle due porte ben unite. La forma attuale è dovuta agli interventi della repubblica Veneta. Oggi è anche sede della Pinacoteca Civica e di attività culturali. La Pinacoteca Civica di Orzinuovi nasce nel maggio 2014.
Si colloca all’interno della suggestiva rocca di San Giorgio in piazza Garibaldi e raccoglie un patrimonio pittorico e scultoreo di 100 opere che spaziano dall’Ottocento con la pittura di genere ad installazioni contemporanee. Sono confluite le opere della collezione civica che si è arricchita anno dopo anno grazie al concorso pittorico edito in occasione della Fiera Agricola molto conosciuta nel territorio e alle donazioni di artisti ospiti per mostre ed eventi culturali come Ligabue e Zigania.

Leggi tutto

Castello di Trebecco

Il Castello di Trebecco  sorge a Credaro. Risale al X secolo. E' un ottimo esempio di come poteva essere una cittadella medievale, con piccoli cortili e vie all'interno della cinta muraria.

Leggi tutto

Castello di Villachiara

Era di proprietà della famiglia Martinengo. Costruito a partire dal 1370, nel ‘500 la famiglia trasformò il castello in un vivace centro culturale. Sorge nella piazza centrale del piccolo borgo, con torri cilindriche e l'antico fossato ora trasformato in prato. Probabilmente sorto su costruzioni precedenti, fu testimone di delitti e amori che ebbero vasta eco. Vi abitò Marcantonio Martinengo distintosi nella famosa battaglia di Lepanto. Documenti attestano di interventi pittorici cinque – seicenteschi dei fratelli Campi. 

Leggi tutto

Il Museo del Maglio

Il Museo del Maglio a Pontevico lascia intuire il lavoro e la fatica di chi vi lavorò.
Una fucina intatta, con tutti gli attrezzi che si adoperavano nel mestiere. Nella fucina si possono seguire le fasi dell’antico lavoro dei forgiatori: un percorso nella creatività e nell’ingegno delle mani artigiane; affascinante universo di una cultura fatta di acqua, ferro e fuoco.

Leggi tutto

Museo Ornitologico Fiamenghi

E' situato ad Acqualunga, frazione di Borgo San Giacomo.
Annesso al Palazzo dei Della Volta, nasce come vero e proprio centro di studi ornitologici nella bassa bresciana. La struttura rappresenta inoltre un importante punto di osservazione e di censimento dei volatili di passaggio, attività portata avanti da specialisti e appassionati.

Leggi tutto

Museo agricolo e del vino “Ricci Curbastro”

Visitabile tutta la settimana si trova all’interno della omonima cantina vitivinicola.
Il museo raccoglie oggetti utilizzati in passato per la lavorazione dei campi e la vita quotidiana.

Leggi tutto

Museo dei Ricordi di Guerra

Primo museo in Italia del genere e “Collezione Mario Pedrali – Museo San Fedele” espone un nutrito numero di macchine per scrivere, calcolo e da ufficio d’epoca e le Moto Sterzi d’Epoca.

Leggi tutto

Museo d’Organi Pedrini

E' situato a Gabbioneta Binanuova. Qui accolgono i fratelli Fracassi, Pedrini che da generazioni si occupano di restauro di Organi antichi. Annesso al laboratorio trova spazio un grazioso museo che narra la storia della famiglia, intrecciata a quella della musica organara.

Leggi tutto

Ostiano – Sinagoga e cimitero ebraico

La Sinagoga nacque nel corso del Cinquecento come residenza del rappresentante del potere gonzaghesco in Ostiano; dell'epoca di fondazione conserva le sale del piano terreno, di cui una con elegante volta a ombrello.

Leggi tutto

Palazzo Greppi

Seicentesco palazzo padronale a picco sul fiume. Si tratta di un singolare agglomerato di case cinte da mura costituenti un piccolo borgo rurale.
E' situato a Gironda di Monticelli d’Oglio frazione di Verolavecchia.  (Per informazioni: Pro loco Verolavecchia: prolocoverolavecchia@email.it)

Leggi tutto

Pinacoteca Civica “Gianni Bellini”

Essa è collocata nella parte più antica di palazzo Gervasoni (XV) situato nel centro storico di Sarnico.
Comprende 150 opere, soprattutto quadri, d’età compresa tra il XVI e il XVIII secolo, provenienti da una donazione. Tra le tele spiccano opere di Palma il Giovane, Alessandro Magnasco, Antonio Cifrondi, Carlo Ceresa, Nicolas Regnier e Francesco Cairo.
Oltre alle opere pittoriche è possibile ammirare pregiati mobili d’epoca e statue marmoree e lignee.

Leggi tutto